l'angolo web della rivista Cioccolata & C.
storia & curiosità | amici del cioccolato | buoni & nuovi | links
LA RICETTA DELLA SETTIMANA (19 luglio 2004)

CREMA FREDDA
AL CIOCCOLATO

1 ora e 15 minuti
CALORIE: 406 a testa
OCCORRENTE PER 4 PERSONE

4 uova
50 g di cacao
mezzo litro di latte
100 g di zucchero semolato
50 g di cioccolato fondente
burro per ungere
una bombola di panna spray

 

Come si prepara
Mettete in una casseruolina il cacao e 50 g di zucchero, mescolate bene, poi diluite molto lentamente con il latte (dovrete aggiungerlo un goccio alla volta per evitare che si formino grumi) fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Portate il recipiente su fuoco moderato e fate scaldare il composto, sempre mescolando, fino a limite del bollore (quando cioè comincia appena a sobbollire). Toglietelo dal fuoco, unitevi il cioccolato tagliato a piccoli pezzi e fatelo sciogliere, rimestando. Sgusciate le uova in una terrina, unitevi i rimanenti 50 g di zucchero semolato e sbattetele solo per un attimo con una frustina. Filtrate con un colino il composto di latte quando sarà tiepido, versandololo a filo sul composto di uova e sbattetelo con la frustina fino ad avere un composto amalgamato. Ungete di burro le pareti di una pirofila e rovesciatevi dentro la preparazione. Immergete il recipiente in una teglia più grande nella quale avrete versato 2 dita di acqua bollente e mettete in forno già caldo a 200, facendo cuocere la crema in questo bagnomaria per 40 minuti.

Come si presenta
Levatela dal forno e dal bagnomaria, fatela raffreddare e mettetela in frigo per 2 ore. Servitela a piacere con ciuffetti di panna spruzzati dalla bombola.

IL TRUCCO PERCHE' RIESCA Se volete rendere più ricca questa crema potete preparare del caramello da versare sulla superficie e lasciar consolidare. Mettete quindi 100 g di zucchero semolato con 4 cucchiai di acqua in una piccola casseruola, trasferitela su fuoco medio e, ruotando di tanto in tanto il recipiente, lasciate che lo zucchero diventi di un bel colore biondo. Poi versatelo sulla crema gelata, ricoprendola. Basteranno pochi istanti perché lo zucchero caramellato, si consolidi, formando appunto una crosta dura